Krokiety “ruskie” – Crespelle ripiene fritte

Krokiety “ruskie” – Crespelle ripiene fritte

Che io ami la Polonia non è un segreto, né lo è il fatto che adori la cucina polacca. Tuttavia i krokiety sono entrati da poco tempo nella mia vita, ovvero da quando ho scoperto che non esistono solo ripieni di carne. I classici krokiety, ovvero crespelle fritte, sono ripieni di carne speziata e accompagnano di solito le zuppe, soprattutto il barszcz (zuppa di barbabietola rossa).
Ora: io odio il barszcz con tutta me stessa, ma ho voluto comunque assaggiare i krokiety alla carne, scoprendo che non è che ne vada matta… Diciamo che li compro confezionati nei momenti di crisi e li cuocio quando non ho voglia di cucinare! 😀

Cosa mi ha fatto ravvedere? Vicino all’ufficio in cui lavoro si trova una sorta di rosticceria che prepara i krokiety ruskie, ovvero con lo stesso ripieno a base di formaggio e patate dei più famosi pierogi. Una rivelazione. L’acidità del twaróg si sposa perfettamente con la delicatezza delle patate bollite e la sapidità della pancetta, quindi sono estremamente saporiti oltre che croccanti e sfiziosissimi; provateli con un contorno a base di verdure o accompagnati da una semplice insalata. Se poi vi dovessero avanzare (non credo proprio 😛 ) potrete consumarli anche il giorno successivo, riscaldandoli in microonde o nel forno per qualche minuto. Si possono inoltre congelare a crudo e utilizzare quando si vuole, facendoli scongelare un poco prima di procedere con la frittura.
Vi ho convinti? 🙂

Ingredienti per circa 8 krokiety:

8 crespelle (qui la ricetta)
230 g di twaróg (o ricotta)
150 g di pancetta affumicata a cubetti
1/2 scalogno
375 g di patate (con la buccia)
Sale, pepe qb
Olio di semi di girasole

Per la panatura:
2 uova
Pan grattato qb

Preparare la pastella per le crespelle e, trascorso il tempo di riposo, cuocerle in padella (meglio cuocerle un po’ meno del normale, senza però lasciarle crude). Separare le crespelle con dei foglietti di carta da forno e mettere da parte.

Sbollentare le patate (io sono stata pigra e ho deciso di sbucciarle e tagliarle prima di cuocerle). Quando saranno morbide scolare l’acqua e lasciarle intiepidire. Nel frattempo saltare in una padella la pancetta insieme allo scalogno tritato grossolanamente (per non aggiungere olio in padella ho aspettato che la pancetta cominciasse a rilasciare il suo grasso, quindi ho aggiunto lo scalogno). Quando saranno dorati togliere la padella dal fuoco e lasciar intiepidire.

Passare le patate al passaverdure (con buchi larghi), quindi aggiungere nella stessa ciotola il twaróg (o ricotta), salare e pepare, quindi mescolare con cura con una forchetta fino ad amalgamare gli ingredienti. Aggiungere la pancetta con lo scalogno e mercolare nuovamente.

Porre su una superficie piana una crespella e mettervi al centro un cucchiaio abbondante di ripieno. Ripiegare la parte alta della crespella sul ripieno, quindi ripiegare su di essa i due lati. A questo punto piegare verso l’interno anche l’ultima parte di crespella, cercando di non lasciar “buchi” da cui possa fuoriuscire il ripieno. Procedere fino ad esaurimento degli ingredienti.

Sbattere le uova con un pizzico di sale, quindi passarvi un krokiet, facendo molta attenzione perchè non si apra. Passare quindi il krokiet nel pan grattato, premendo bene sui bordi e sulla “chiusura”. Ripetere l’operazione fino ad esaurimento dei krokiety.

Friggere in abbondante olio e servire ben caldi.

Smacznego! 🙂



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.