Polpette a modo nostro (“Fegato Matto”)

Polpette a modo nostro (“Fegato Matto”)

Non mi chiedete quale sia l’origine del nome “fegato matto“.
Non ne ho idea, so solo che la mamma questo piatto semplicissimo lo ha sempre chiamato così. Per me sa di casa, famiglia e, appunto, semplicità.
Mi ricorda quel periodo della mia infanzia in cui non mangiavo praticamente nulla, gli unici piatti tollerati erano pasta al pesto e/o al pomodoro, cotolette, patatine fritte e… fegato matto, appunto.

L’impasto alla base di queste polpette schiacciate è molto simile a quello del polpettone di carne (sempre della mamma), quindi si prepara velocemente e con pochi ingredienti. Se volete, potete aggiungere spezie o erbe aromatiche in base ai vostri gusti, noi di solito utilizziamo i classici pepe e prezzemolo (non questa volta, dato che non avevo prezzemolo in casa 😀 ).
Questa è la ricetta perfetta per quei momenti in cui siete giù e volete coccolarvi un po’. La potrete preparare anche quando avrete poco tempo e nemmeno troppa voglia di cucinare, basterà accompagnarla con una bella insalata o una purea di patate e il gioco è fatto. Che ne dite, proviamo subito a preparare queste polpettine golosissime? 🙂

Ingredienti per 5/6 polpette:

300 g di carne macinata di manzo
1 uovo
2 cucchiai circa di Grana Padano grattugiato
Sale e pepe qb
A piacere prezzemolo, maggiorana o altre erbe aromatiche
Pane grattugiato
Olio di semi di girasole

In una ciotola porre la carne, l’uovo, il formaggio grattugiato, sale e pepe e le erbe aromatiche, quindi amalgamare il tutto con una forchetta (o con le mani).
Se il composto risultasse troppo morbido aggiungere ancora un po’ di formaggio.

Prendere delle piccole porzioni di composto, formare delle polpettine e metterle da parte. Procedere così fino ad esaurirlo completamente. Mettere il pane grattugiato in un piatto, quindi appoggiarvi sopra una polpetta e appiattirla delicatamente con la mano. Girare sull’altro lato la polpetta e premere ancora con la mano, appiantendola ulteriormente.
Ripetere l’operazione con tutte le polpette. Conservarle in frigorifero finchè non si deciderà di cuocerle.

In una padella scaldare abbondante olio di semi di girasole, quindi friggere le polpette da entrambi i lati, raggiungendo il grado di doratura desiderato. Servire immediatamente le polpette ben calde.
Buon appetito!



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.